Raffinato, ricercato, lussuoso: questi aggettivi (e non solo) caratterizzano il revival dello stile liberty, rivalutato recentemente dai designer, i quali ne hanno reinterpretato l’essenza in una chiave espressamente moderna.

Ecco, quindi, che il bagno in stile liberty, da un classico senza tempo, si rinnova di un’allure glamour e contemporanea, con un’attenzione particolare tanto per l’estetica quanto per i materiali impiegati a tal fine.

Il bagno stile liberty dei giorni nostri propone il predominio di colori quali il bianco e nero, soprattutto avvicendati tra loro a realizzare motivi geometrici d’impatto, in particolare quando si parla di rivestimenti.

La piastrella è il simbolo di questo intramontabile design: la forma esagonale è il must dello stile liberty, ma non si esimono nemmeno piastrelle rettangolari, magari per un bagno dal look più discreto e sobrio.

Nell’ambito dei sanitari, è la vasca l’indiscussa protagonsita dello stile in questione, soprattutto in versione free standing, con tanto di piedini cromati.

Ad essa, si aggiunge un occhio di riguardo per il lavabo, che, spazio permettendo, dovrebbe essere a doppio modello, sormontato da un grande specchio, a sua volta illuminato da applique laterali.

Infine, la scelta della rubinetteria deve rispecchiare in pieno lo stile liberty del bagno: perciò ci si dirige verso un’opzione tre elementi, con rubinetto centrale e manopole ai lati per l’acqua calda e fredda.

Potrebbe interessarti