Per vedere il futuro del bagno, dovrai dirigerti a 60 miglia a nord di Milwaukee. Lì, nella città di Kohler, pittoresca cittadina di Rockwell, appena fuori da Sheboygan, troverai la sede centrale di Kohler Co. Questo produttore di 145 anni, tra le altre cose, di servizi igienici, vasche e rubinetti, sta portando tutto il tuo bagno online.

Sotto la fonderia, dove Kohler, di proprietà familiare, versa il ferro per i suoi lavandini e le sue vasche, in uno spazio seminterrato precedentemente destinato alla conservazione di rottami metallici per il salvataggio, è il nuovissimo Smart Home Experience Lab di Kohler. Il laboratorio, inaugurato nell’ottobre 2017, è composto da una cucina completamente rinnovata e tre camere da 20 a 27 piedi, in una di queste stanze troverete una vasca da bagno collegata a Internet.

Nella stessa stanza, Kohler ha una doccia, un lavandino con uno specchio da bagno e un WC, ognuno dei quali è possibile controllare con un’app o un comando vocale. È qui che il team di prodotti Kohler ci guida attraverso i suoi nuovi prodotti.

Oggi, con un’app chiamata Kohler Konnect e una collezione di prodotti nuovi e aggiornati, Kohler annuncia la più grande suite di sanitari intelligenti e accessori per impianti idraulici sul mercato.

Quasi tutti i nuovi prodotti Kohler funzionano con Amazon, Apple e gli assistenti vocali di Google. Il nuovo specchio da trucco Verdera ha un altoparlante Alexa doppio dotato di microfono incorporato. È inoltre possibile utilizzare un comando vocale per impostare la temperatura dell’acqua nel sistema doccia DTV di Kohler o il livello di temperatura e riempimento nella vasca PerfectFill. Puoi persino usare la tua voce per svuotare la toilette.

Dietro l’app Kohler Konnect, l’azienda sta anche lanciando il Kohler Cloud, un back-end ospitato da Microsoft Azure, che collega l’app ai vari prodotti per il bagno e ai servizi vocali. Mentre i servizi Internet, i circuiti stampati e altri componenti tecnologici del nuovo prodotto Kohler provengono da terze parti, come sottolinea Jonathan Bradley, un capo progetto Kohler dietro i nuovi prodotti per il bagno, l’azienda deve ancora collaborare direttamente con i partner vocali per perfezionare esperienza utente.

“Queste piattaforme di intelligenza artificiale non hanno necessariamente una biblioteca costruita per la verbosità del bagno”, dice Bradley. “Controllando il nostro Numi e chiedendo ad Alexa o a Google Home di svuotare la toilette, tradizionalmente l’IA sente la parola ‘flash’, quindi sta pensando a una telecamera. Abbiamo lavorato molto su come ottenere la parola ‘flush’ per essere ascoltato correttamente. ”

“Pur riconoscendo ‘Kohler'”, aggiunge Rafael Rexach, direttore dello studio di design di Kohler, “pensa che sia ‘colore’. Tutte queste piattaforme hanno avuto problemi nell’udire parole che sono di nostra proprietà, come “Kohler”, “flush”, “bath”. Cose che non sono parole “dure”. “Shower” funziona molto bene, perché è “sho-wer”. Ma “bagno” può essere interpretato come “cattivo” e “pipistrello”. Stanno imparando molto da noi e le parole che dobbiamo usare “.

Questo lavoro potrebbe portare a una migliore comprensione tra gli assistenti vocali e potrebbe persino aiutare con i comandi per i prodotti della concorrenza di Kohler. Ma nonostante i benefici più ampi, è difficile sfuggire al fatto che Kohler voglia installare sensori e microfoni nello spazio più privato della tua casa.

“Vogliamo essere un marchio di cui ti fidi”, ci ha detto il CEO David Kohler al Beacon, l’edificio per uffici dall’aspetto moderno che ospita la divisione marketing di Kohler. “Questo è un requisito di base per noi di giocare in questo spazio, ma, allo stesso modo, la nostra vita è connessa ora. Abbiamo dispositivi al polso, viviamo in un mondo connesso. Stiamo imparando come usare questo [tecnologia] e come può davvero sperare di migliorare le nostre vite”.

Potrebbe interessarti