Rimodernare casa, in particolare ristrutturare un ambiente chiave come la cucina, richiede una pianificazione sia in fatto di esigenze e virtù si in fatto di prodotti, a partire dalla stessa rubinetteria.

In tempi in cui l’acqua è un bene prezioso di primaria importanza, naturalmente, è necessario non precarla in futili temporeggiamenti: eppure la sua funzione può essere amplificata, non solo nelle pulizie e nel riempire, ma può benissimo essere bevuta, risparmiando tonnellate di plastica da riciclare ogni singolo anno.

Infatti, al posto dell’acqua in bottiglia, è possibile assaporare il gusto della cosidetta “acqua del sindaco”, soprattutto, se necessario, tramite apparecchiature per microfiltrare il flusso idrico.

A tale proposito, si può optare per un rubinetto da cucina AIO o All in One: molti ambienti, in effetti, hanno spazio limitato, per il qual motivo la soluzione di getto idrico normale e flusso filtrato può “coabitare” nel medesimo prodotto.

Questi rubinetti AIO sono progettati per combinare i vantaggi di un rubinetto standard a leva singola con un’opzione che fornisce acqua filtrata a richiesta, ossia quando effettivamente se ne ha bisogno.

Con l’opzione on-demand, è possibile lavare i piatti e riempire contenitori con acqua non filtrata, mentre, al contempo, si può utilizzare l’acqua filtrata solo quando necessario per bere e cucinare: questo, inoltre, prolunga la durata della cartuccia filtrante incorporata.

Potrebbe interessarti