Quando si tratta dell’ambiente bagno, “less is more” continua ad essere una tendenza trainante, con i rubinetti che privilegiano le linee pulite e l’eleganza semplice. Ma mentre il minimalismo è caldo, una gamma crescente di finiture e finiture miste aggiungono esclusività al bagno, mentre la tecnologia gioca un ruolo chiave nel migliorarne la funzionalità.

Visto che i consumatori continuano a vedere il bagno come un rifugio, c’è una crescente domanda di rubinetti che presentino un design pulito e semplice, portando un effetto calmante e ordinato al bagno.

Allo stesso tempo, si stanno osservando nuove innovazioni nel posizionamento degli stessi, inclusi rubinetti a parete, a volte installati su un angolo per mostrare il flusso dell’acqua come elemento di design.

Le finiture classiche come il cromo e il nero opaco sono ancora privilegiate, ma le nuove opzioni, tra cui bianco opaco, oro rosa, acciaio inossidabile nero, champagne oro, ottone e una tonalità peltro/canna di fucile (che alcuni pensano possano essere “il nuovo nero”), nonché le finiture in metalli misti, stanno decisamente conquistando sempre più l’attenzione generale.

La tecnologia ha un impatto crescente sulla rubinetteria sanitaria, grazie ai rubinetti intelligenti con funzioni di controllo del movimento o del tocco, attivazione vocale, prodotti collegati a internet, rilevatori di perdite, funzioni di conservazione dell’acqua e tanto altro ancora.

La stampa 3D consente anche ai proprietari di sperimentare l’acqua in modi nuovi e unici, consentendo al flusso dell’acqua di essere un elemento di design a tutto tondo.

Nel bagno principale, comunque, i rubinetti a due maniglie con bocca di erogazione ad alto arco continuano essere centrali per la loro capacità di semplificare le attività quotidiane, mentre nei bagni secondari e per gli ospiti, c’è più interesse per i rubinetti alla moda che si spingono i confini del design e della tecnologia.