Assobagno ha pubblicato, di recente, i dati 2015 in merito al settore dell’arredobagno italiano: i risultati emersi si sono rivelati più che positivi.

E non solo per i mercati esteri, ma anche per l’Italia stessa, incoraggiando la ripresa del nostro Paese, dove, per la prima volta da tempo, è ritornato il segno più.

Il Centro Studi di FederlegnoArredo ha elaborato il dato consultivo, dimostrando che l’anno scorso il sistema arredobagno ha chiuso con un fatturato alla produzione decisamente in crescita: 2.576 milioni di euro, ossia +1,3% sul 2014.

Il mercato interno, allo stesso tempo, sottolinea una prima ripresa, con un +0,2%, dovuto soprattutto ai rubinetti ed alle chiusure doccia, i quali risultano essere i comparti più dinamici ed in evoluzione economica.

L’export, naturalmente, è la chiave del settore dell’arredobagno (la sua quota è del 40%), instaurando un fatturato 2015 di 1.051 milioni di euro, che rappresentano il +2.9%: i mercati di riferimento sono stati Germania (primo approdo, con 193 milioni di euro di export) ed USA.

Mauro Guzzini, presidente di Assobagno, ha dichiarato: “Non posso che fare i complimenti alle aziende: è merito loro se il sistema è riuscito ad affrontare questi anni difficili e oggi può guardare alle sfide che ci aspettano con più fiducia”.

Fatturato settore arredobagno italiano 2015

Potrebbe interessarti