L’arredo bagno e la termoidraulica spaziano ad una nuova impronta di caratterizzazione, una specie di artigianato 4.0, in cui una piattaforma digitale supporta un network di professionisti ed artigiani del settore, al servizio di chi necessita della loro esperienza e del loro lavoro.

Nino Piredda, ex manager di Grohe, presenta così la nuova start up Desivero, una realtà bresciana già attiva nel Triveneto, che collabora con Ey e trova sostegno in impreditori privati, capitanati dal Gruppo Clerici.

Lo stesso Piredda descrive Desivero in questo modo: “Si tratta di una piattaforma innovativa, omnicanale, intuitiva e responsive, che consente al consumatore di scegliere e controllare l’intero processo di progettazione e realizzazione di soluzioni nell’ambito della termoidraulica e dell’arredo bagno”.

Una scelta di questo genere sta anche nella trasformazione del mercato di riferimento, come dichiarato da Luca Grivet Foiaia, partner di EY: “Il mercato sta cambiando e trasformando il modo in cui si interagisce con il consumatore. Trasparenza, esperienze e servizio digitale fisico integrati per competere sono la chiave. Questa iniziativa è un segnale significativo della volontà delle aziende italiane di innovare”.