La riduzione dei consumi energetici e, quindi, dell’acqua calda, è uno dei temi caldi legato al settore della rubinetteria: se un rubinetto tradizionale ha un flusso di 8 litri al minuto, i prodotti al risparmio arrivano ad una riduzione di 4 litri al minuto.

I dispositivi classici in merito sono tre, impiegati tanto singolarmente quanto assieme in un unico rubinetto: essi sono l’aeratore, la cartuccia progressiva ed il limitatore di portata.

Il primo è un dispositivo a valvola di piccole dimensioni, che riduce l’emissione di acqua in uscita, miscelandola con l’aria: si pone all’estremità della bocca di erogazione.

La cartuccia progressiva regola tanto il flusso idrico quanto la temperatura: è azionata dalla manopola ed è inserita nel corpo del rubinetto.

Il limitatore di portata viene installato nei monocomando, facendo sollevare la leva ad intervalli (che sono di solito due) ed a cui fa corrispondere la quantità minima e massima di acqua erogata.