Idral presenta Zeroventicinquezeronove, il nuovo rubinetto elettronico progettato dall’architetto Simone Micheli per la linea IdralSYNT: coniugando efficienza, efficacia e design, il prodotto risponde a tutte le normative, anche quelle più restrittive, in tema di igiene.

Infatti, la sua tecnologia si basa sulla regolazione dell’erogazione d’acqua tramite fotocellula, la quale apre e chiude il getto idrico senza dover toccare il rubinetto.

La fotocellula aziona una determinata elettrovalvola a consentire l’erogazione: per tale motivo, al momento dell’installazione dev’essere adeguatamente sensibilizzata.

In effetti, la fotocellula, grazie ai raggi infrarossi, avverte la presenza dell’utente, ad una distanza pre-regolata quando è stata installata: in questo modo, si evitano anche inutili sprechi d’acqua; allo stesso tempo, l’acqua cessa di essere erogata quando l’utente, allontanandosi, esce dal campo di lettura della medesima.

Ancora, per garantire l’igiene ed evitare la formazione di cattivi odori, ogni 24 ore si attiva una brevissima erogazione idrica in automatico, caratteristica tipica della linea IdralSYNT.

Per quanto riguarda il design, il rubinetto Zeroventicinquezeronove presenta finiture cromo e bianco; è disponibile alimentato a rete oppure a pile, che permette allo stesso di essere installato facilmente in impianti già esitenti.

Il designer Simone Micheli lo ha così descritto: “Continuità e semplicità sono le due parole chiave che hanno guidato il progetto del miscelatore elettronico che ho creato per Idral. Ho immaginato questo nuovo funzionale elemento come un attore capace di adattarsi a plurimi contesti e scenari possibili, come un rubinetto tecnologico dal rilevante valore iconico ma nel contempo dalle geometrie essenziali e neutre”.