A prima vista, rinnovare l’ambiente bagno sembrerebbe facile, magari per tentare un look completamente differente dal precedente: e qui inizia il difficile, in quanto le proposte di mercato dei vari settori sono diverse, stili e design accattivanti, che si intrecciano a creare soluzioni uniche.

La cernita squisitamente difficoltosa, però, può richiedere qualche criterio di scelta in merito, a partire da alcuni utili consigli.

E’ il caso di Jane Eyles-Bennett, la cui esperienza, di oltre 23 anni nel settore del design, si dimostra ben accetta per reataurare il proprio bagno.

Innanzitutto, Jane è categorica sui trend del momento, che sono da prendere con le pinze, in quanto hanno una “data di scadenza” breve: un bagno rimesso a nuovo ad oggi, secondo le tendenze più glam, risulterà fuori moda tra pochi anni.

Per questo, la designer consiglia di optare per uno stile senza tempo, magari mescolando un mood classico con alcuni elementi di tendenza, ma che non metta mai il proprio bagno “fuori produzione”.

Poi, è necessario fare molta attenzione alla qualità di prodotti e finiture, perché, essendo il bagno esposto a calore, vapore e sbalzi di temperatura, materiali e colori poco idonei e fin troppo economici possono non resistere all’umidità stessa dell’ambiente.

Per i colori, piastrelle e ceramiche comprese, meglio scegliere l’estemporanea presenza di tonalità neutre, ma senza esagerare in merito: ad esempio, per quanto possa essere elegante e moderno il totally white, un tocco cromatico renderebbe tutto meno asettico di un candido bianco.

Ancora, è importante non lesinare sulla rubinetteria: sebbene vi sia una pletora di proposte economiche in fatto di rubinetti e miscelatori, la qualità deve venire prima di tutto.

La rubinetteria di elevata qualità, infatti, consente che i problemi siano ridotti al minimo, evitando quei guasti idraulici che, appena rinnovato il bagno, ne comportino il suo smantellamento, soprattutto alla ricerca di falle create da rubinetti non idonei.

Jane Eyles-Bennett non manca di consigliare il restyling del bagno di un’attenzione per quanto riguarda lo spazio per riporre oggetti e prodotti, mentre, in merito ai sanitari, propone di comporre un piano sia in termini di stili sia di budget.

Ed in questo modo si evitano di iniziare lavori che, per una usuale livietazione dei costi, non possono essere finiti per mancanza di budget.

Testa, qualità e costi, quindi, stanno alla base di un rinnovo equilibrato ed intelligente del proprio ambiente bagno.