Il design e l’innovazione tecnologica sono, oramai, al centro delle peculiarità che contraddistinguono i rubinetti ed i miscelatori per l’ambiente cucina.

Infatti, essi non sono più semplici accesssori o prodotti di corredo, ma diventano indispensabili strumenti, soprattutto a partire dalla preparazione di cibi ed alimenti.

Per questo, i suddetti rubinetti devono rivelarsi pratici, performanti e, naturalmente, green, a cui si aggiunge il tocco elegante e ricercato di forme esclusive, in cui l’accezione moderna ed essenziale sta assumendo, sempre più, un ruolo da protagonista.

Ovviamente, linee e gometrie possono benissimo rispecchiare stili diversi, ideali per corrispondere ad arredi eterogenei: dalle forme più classiche a quelle più hi-tech (magari a comando elettronico), passando per molteplici esempi di finiture e colori.

In quest’ultimo caso, i rubinetti da cucina mantengono una certa predilezione per il cromato, sebbene non manchino alternative di finiture metalliche, come bronzo o nichel, oppure nuance opache o lucide.

Per quanto concerne la tecnologia, il must have di questi anni (e, quindi, del futuro) parte dal risparmio idrico, grazie a dispositivi inerenti per ridurre i consumi (anche quelli energetici conseguenti), che riescono a diminuire il getto d’acqua anche fino a circa 5 litri al minuto.

Sempre in merito alle funzioni pratiche, la purezza dell’acqua potabile è garantita dalla materia prima, come l’ottone cromato, senza piombo, in cui si osservano importanti proprietà antibatteriche.

I miscelatori sono i rubinetti per cucina più gettonati, ma, ultimamente, stanno prendendo piede versioni snodabili (anche sotto finestra, per uno spazio esiguo), i quali permettono di lavare e risciacquare piatti e pentolame senza doverli spostare, per una pulizia ancor più intensa.

Infine, non si tralasciano le doccette estraibili, le quali permettono di rigovernare confortevolmente, senza occupare molto spazio, lavello e tavolo da lavoro, oltre a consentire una semplificazione vera e propria per quanto concerne la preparazione del cibo (ad esempio, riempire d’acqua le pentole senza spostarle dai fornelli).