I rubinetti sono, oramai, oggetti di design, con un’anima green senza precedenti: ecosostenibili, permettono di ridurre i consumi idrici con tecnologie di ultima generazione, senza perdere nulla in fatto di comfort e benessere.

Come ben sappiamo, comunque, la funzione principale di un rubinetto è erogare acqua: e se con quell’acqua si potesse ottenere uno strumento capace di tagliare a domicilio quasi quanto una macchina da taglio industriale?

Da uno studio dedicato da parte di un gruppo di ingegneri dell’University of Pennsylvania, è nato Wazer, il quale può ricondursi ad una specie di laser capace di tagliare materiale solo applicando un getto d’acqua (Wazer deriva dal mix tra le parole “water” e “laser”): attualmente è in atto una campagna di autofinanziamento su Kickstarter.

Ora, le macchine da taglio a getto idrico sono una realtà tecnica e tecnologica che esiste da diversi anni, riversando, però, una gran potenza in un investimento decisamente oneroso: in effetti, sono molto costose, aggirandosi attorno ai 5mila dollari.

Wazer, invece, viene a costare all’incirca dieci volte di meno (intorno ai 6mila dollari) ed è realizzato pensando ad un uso domestico, quindi alla portata di pesone, come artigiani, hobbisti, fai da te, personale, scuole etc.

E’ per questo che il suo uso si limita al taglio di oggetti di dimensioni e spessori piccoli, sebbene essi possano essere tanto d’acciaio e lame di titanio quanto di ceramica.

Wazer ha proprio la comodità di collegarsi ad un semplice rubinetto d’acqua, il cui getto viene sparato ad altissima pressione (fino a 7.000 bar): per oggetti più resistenti e spessi, si aggiunge all’acqua una sabbia abrasiva (arriva da Australia ed India ed è abbastanza comune, prendendo il nome, appunto, di Garnet).

Per quanto riguarda il profilo di taglio seguito dal getto, esso si ottiene tramite noti software di design (ad esempio, Google SketchUp): questo, poi, viene inserito nella macchina tramite chiavetta usb.

Wazer, come detto,può tagliare solo formati piccoli e spessori che vanno dai 4.7 millimetri dell’acciaio ai 12 della plastica: per un tocco brioso e curioso, infine, può realizzare tagli creativi in ambito alimentare, come nel caso della carne (senza, ovviamente, l’impiego della sabbia).

Insomma, quanta innovazione e creatività da un semplice rubinetto…